MENU


   Cerca nel sito
 


   EVENTI


   GUESTBOOK
Inglese

I VIAGGI DEL GUSTO - Viaggi esperienziali :: EMOZIONI DI UN GIORNO REGIONE PER REGIONE :: * UMBRIA :: UMBRIA DA NON PERDERE

UMBRIA DA SCOPRIRE  [.....]

SULLE STRADE DEL VINO FOR FOODIES'

Partendo dalla strada del vino Cantico, che toccando TodiAssisiSpello e Bettona introduce in uno scenario che sembra non aver subito il trascorrere del tempo.

LE STRADE DEI VINI DEL CANTICO: ABBAZIE E GRANDI VINI  DOCG Torgiano Rosso Riserva , DOC AssisiColli Martani,  Colli PeruginiTodi,  TorgianoColli Altotiberini 

Non da meno è la strada del Sagrantino, che si sviluppa tra i paesi di Montefalco, Castel Ritaldi, Giano dell'Umbria, Gualdo Cattaneo e Bevagna.Vino antico, il Sagrantino, un tempo prodotto come passito per celebrare le feste sacre e che, poi, ha cominciato ad essere vinificato a secco finendo per diventare uno dei più ricercati vini italiani.

LE STRADE DEL SACRANTINO: MEDIOEVO E GRANDI VINI DOCG Montefalco Sagrantino , DOC MontefalcoSpoleto

Spostandosi verso la parte meridionale della regione si entra nel cuore della strada del vino dei Colli del TrasimenoCorcianoPassignano,  Castiglione del LagoCittà della PievePiegaro e Umbertide: piccoli paesi densi di storia dove la coltivazione della vite è una tradizione che si tramanda da secoli. Sangiovese, Grechetto e Trebbiano sono vini che si sposano alla perfezione con i sapori della cucina tipica umbra che vale la pena gustare in uno dei tanti ristoranti che si trovano da queste parti.

LE STRADE DEI VINI DEL TRASIMENO LE ACQUE ED I SUOI VINI  DOC  Colli del Trasimeno

Per concludere il viaggio attraverso i vini umbri tappa d’obbligo è l’area del ternano, la cosiddetta strada del vino Etrusco Romano, al confine con il Lazio. Qui sono i bianchi a farla da padrone, come l’Orvieto, prodotto nella zona dell’omonimo paese, ma anche i rossi raggiungono punte eccellenti con il Lago di Corbara.

LE STRADE DEL VINO ETRUSCO ROMANA: ROCCAFORTI E VINI  DOCG  DOC OrvietoRosso Orvietano o Orvietano RossoAmelia

SULLE STRADE DEI SAPORI FOR FOODIES'

Piccola terra dai grandi sapori, l’Umbria riesce a soddisfare ogni tipo di palato: per gli amanti della carne il fiore all’occhiello è il maiale che, grazie all’abilità dei norcini trasformano le sue carni in prelibatezze come salsicce, saporiti prosciutti e salumi, conosciuti quelli di Norcia, da gustare con il pane sciapo che ne esalta il sapore. Sempre dai gusti decisi sono i formaggi tra cui, degni di nota, sono il pecorino stagionato, i caprini freschi o stagionati. Nelle pietanze o come contorno, le lenticchie di Castelluccio di Norcia, gustoso ingrediente delle minestre e zuppe, che hanno ottenuto dall’Unione Europea l’Igp (indicazione geografica protetta).

Il ricco assortimento di pietanze va di pari passo con la qualità genuina dei prodotti della terra, tra i quali il tartufo è il principale protagonista. La varietà più diffusa è quella del tartufo nero, molto apprezzato come condimento per la pasta e con la selvaggina soprattutto nella zona di Norcia e Spoleto ma anche il pregiato tartufo bianco, che si lascia trovare soprattutto nella Valle Tiberina, Orvieto e Gubbio.
Il tutto condito dall’olio, dorato e fruttato, che si produce in queste terre e che arricchisce ogni piatto senza coprirne il sapore, raggiungendo un livello di qualità tale da conseguire la Dop (Denominazione di origine protetta).
Come dessert non si può rinunciare al dolce tipico, il panpepato, e ad ogni dolce locale che le antiche ricette ancora tramandano a noi attraverso le preziose mani dei pasticceri locali.

Un percorso di diversa natura, invece, è quello che lega l’uomo al suo territorio; sono famose le STRADE DEL VINO che appagano i cinque sensi attraverso un itinerario fatto di natura, sapori e memoria di un tempo passato. Oltre alla degustazione dei vini, vivono in questi centri, tradizioni enogastronomiche ed artigianali, botteghe artigiane della ceramica, del vetro, del legno tipica espressione di una cultura tradizionale di origini antiche. Anche l’andar per frantoi è legato alla cultura dell’olio, un fiore all’occhiello di tutte le aziende, consorzi oleifici che hanno permesso di ottenere l’olio DOP Umbria. 

 

Umbria (olio d’oliva DOP) 

 

In Umbria, data la scarsa presenza di pianura, primeggiano i formaggi di pecora.

-Pecorino e la ricotta salata
-caciotta al Tartufo, prodotto tipico dei boschi umbri.
 In questa zona, e in tutta la Valnerina, si allevano per lo più pecore dal cui latte si ottiene un pecorino particolarmente piccante e saporito.
-Ravaggiolo Umbro, a pasta morbida,prodotto nei primi sei mesi dell'anno e consumato fresco dopo averlo fatto riposare per qualche giorno in foglie di felce. 
 

Prodotti tipici dell'Umbria sono:
 
-I Pici, gli spaghetti chiamati umbricelli fatti a mano con crusca e farina di grano duro.
-strangozzi, simili agli spaghetti
- Brustengolo: un classico tipo di pane povero, la Pagnotta dalla forma rettangolare con frutta secca, uvetta, nocciole , noci e mele non lievitato , perche' il grano non ha glutine. La Pagnotta senza crosta,dalla forma compatta, mafriabile e morbida . il pane derivato da pane"0rdinario" prodotti a Firenze nel XVIII, nondeve essere confuso con "Ducale" riservata allecucine nobili
 
- Il Farro di Monteleone di Spoleto (cereali dop)
- La Lenticchia di Castelluccio - (igp)
- La Patata Rossa di Colfiorito (igp)

Salumi in Umbria!!! Il termine "Norcini" da me utilizzato anche per indicare "Maestri di Salumi" di altre regioni, deriva dal paese di Norcia. E' Norcia rappresenta la capitale di questi artigiani che dai tempi dei Romani si tramandano l'arte della lavoazione del Salumi Umbri. 
 
-Salame Corallina di Norcia, tipico e diffuso in tutta l'Umbria 
-Lardellato di Fabriano. Realizzato con tagli di carne di suino pregiato è il salume tipico degli antipasti Umbri.
-Salame al Tartufo nero di Norcia (un grande classico), 
-Salume Coglioni di Mulo (salume IGP) salume di maiale che ha come segno caratteristico la forma e, in macinatura di carne di maiale fine, è presente un cilindro compatto di lardo, viene realizzata anche la versione a Cinghiale.
-Salume Mazzafegati di Città di Castello come
-Salume Capocollo Stagionato, un'altra capitale del gusto, nella provincia di perugia è Spoleto che per tradizione presenta le profumate ed invitanti,
-Salsicce di Spoleto 
-Salsicce Secche di Foligno,
-la Sopressata di Gualco, è la buonissima Mortadella di Casera.
-Prosciutto di Norcia (salume DOP)
 


ricette

La cucina umbra è fatta di ingredienti semplici e naturali. Una cucina molto legata alle sue tradizioni dove il protagonista indiscusso è senz´altro il tartufo
-formaggio di fossa, il formaggio alle erbe
-il pecorino stagionato
-formaggio al tartufo 
-umbricelli in salsa di Trasimeno, a base di filetto di persico, scalogno, aglio e peperoncino,  -spaghetti col rancetto, a base di pancetta, pomodorini e pecorino fresco  
-le pappardelle alla lepre, con l´aggiunta di pancetta e chiodi di garofano. 
-la carne, cucinata alla griglia o allo spiedo  
-friccò a base di pollo, pomodoro, aglio, rosmarino e salvia,
-tordi sotto la cenere, insaporiti con alloro, chiodi di garofano, salvia, rosmarino, maggiorana e bacche di ginepro. 
-colombaccio selvatico, detto anche "palomba", cucinato soprattutto allo spiedo
-persico reale, che è alla base di un tipico piatto chiamato "carbonetti",
-anguille, cucinate per lo più utilizzando tartufo nero. 
-"Bacio", nato a Perugia nel 1922, ai tozzetti, dolcini a base di mandorle, semi di anice e uva secca ed, ancora, ai panicocoli, fatti con zucchero, olio, farina e anice e farciti a piacere,
-pere al sagrantino e le fregnacce, pasta di pane lievitata, fritta in olio di oliva e ricoperta di zucchero.

BELLEZZE PAESAGGISTICHE PER EMOZIONI IN MOVIMENTO 

 
Incastonata come una pietra nel cuore verde dell’Italia, l’Umbria è il luogo ideale per chi ama stare a contatto con la natura e, attraverso itinerari cicloturistici, scoprire boschi, castelli, santuari e perché no, Assisi, Spello fino alle pendici del Monte Subasio in mountain bike. Nei pressi di Terni, le Cascate delle Marmore attirano visitatori da gran parte d’Europa non solo per la spettacolarità delle sue acque ma anche per poter praticare canoa, kajak e per i vari itinerari di scoperta del territorio che vedono protagonisti i bambini attraverso visite animate lungo il sentiero del parco.
 

TRAVELLING WITH KIDS

UMBRIA
L'Umbria è una regione di natura rigogliosa e di misticità , per questo imperdibili soprattutto per i bimbi Il Parco Faunistico città della domenica , le Cascate delle Marmore e i percorsi sotterranei di Orvieto e di Narni
Parco faunistico città della Domenica Ipermette di ammirare animali che vagano liberi tra gli alberi, come daini e mufloni; sono stati creati ampi recinti che accolgono fra gli altri esemplari di animali domestici minacciati di estinzione oltre ai  laboratori ludico-didattici per bambini 
Cascate delle Marmore dove ammirare la spettacolarità delle sue acque e seguire itinerari idonei per i bambini attraverso visite animate lungo il sentiero del parco.
Narni Sotterranea: per chi ama l'arte e la storia, Narni Sotterranea offre un importante varietà di ambienti da visitare nell'ambito di un percorso guidato nei sotterranei della città. Durante questa visita si possono ammirare i locali sotterranei dell'antico complesso conventuale di San Domenico con annessa una chiesa ipogea affrescata nel XIII e XV secolo, una cisterna romana ed una cella ricca di graffiti realizzati dai reclusi del tribunale dell'Inquisizionee su richiesta è possibile visitare i sotterranei di Santa Maria Impesole, chiesa dell'VIII secolo, a tre navate, costruita sui resti di un edificio romano.
Orvieto: il pozzo di San Patrizio e i cunicoli della città millenaria sospesa quasi per magia tra cielo e terra; un dedalo di oltre mille grotte è nascosto nell'oscurità silenziosa della rupe scavato dagli antichi abitanti nel corso di circa 2500 anni, questo sotterraneo labirinto, rimasto immutato nel tempo, è un prezioso serbatoio di informazioni storiche ed archeologiche, studiato solo recentemente in modo organico e scientifico.La visita guidata alla "Orvieto Underground" rappresenta lo strumento più appropriato per entrare in contatto con questo nuovo: echi misteriosi ed affascinanti raccontano dell'etrusca Velzna, mentre dall'umida ombra traspaiono fantasmi della città medievale e rinascimentale.
 

PICCOLI BORGHI PER GLI AMANTI DELLA STORIA 

Un altro affascinante percorso in luoghi senza tempo è quello della fede e della spiritualità che vede come testimoni i figli più illustri di questa terra, San Francesco d’Assisi, Santa Chiara, San Benedetto da Norcia. La via Francigena di San Francesco da percorrere a piedi, ci mette in contatto con paesaggi sconfinati in una dimensione intimistica, da un lato, e di convivialità con gli altri pellegrini, dall’altro. Lungo il cammino è possibile trovare diverse strutture ricettive presso cui dormire e sostentarsi

Assisi è molto accogliente e festosa ed i suoi abitanti sembra vogliano condividere con la gente le loro antiche tradizioni di cui Calendimaggio è una splendida rievocazione storica che trasforma la città nell’antico borgo medioevale popolato di cavalieri e dame, arcieri e sbandieratori di un tempo ormai passato.

Perugia, capoluogo dell'Umbria, è una città di origini antiche e racchiude sul colle la città più alta da cui scendono via, via i borghi medioevali. Il centro storico è un pullulare di capolavori di arte ed architettura con un patrimonio museale tra i più ricchi d'Italia. Centro culturale vivo, due università e manifestazioni di eco internazionale, fanno di Perugia un centro cosmopolita di grande interesse turistico.

PER GLI AMANTI DELL' ARTE  

Il fascino dell’Umbria nasce dalla fusione tra arte e natura, dalla pace e serenità che ispirano i suoi luoghi evocativi di capolavori rinascimentali e dai borghi medioevali incastonati nelle colline.

GUBBIO è uno di questi, la città più antica dell’Umbria che nel medioevo raggiunse il massimo splendore; la cattedrale, il palazzo dei Consoli simbolo della città, il palazzo Ducale, sono solo alcune testimonianze della volontà di questa città di divenire un gioiello dell’Umbria. Non solo l’arte attrae i visitatori a Gubbio ma anche le spettacolari manifestazioni folkloristiche della Corsa dei Ceri ed il Palio della Balestra, in onore del Santo Patrono la prima, e memoria di un antico passato, la seconda. Altri luoghi di fascino tra gli innumerevoli che troviamo in Umbria, sono ORVIETO con il suo famoso Duomo, uno dei capolavori dell’arte gotica italiana ed il Pozzo di San Patrizio, capolavoro di ingegneria intorno al quale girano due scale elicoidali non comunicanti con 248 scalini da percorrere per raggiungere l’acqua a 62 metri di profondità.
Come non ricordare SPOLETO, città pittoresca che vanta storia millenaria di cui ancora conserva le vestigia nell’architettura medioevale e rinascimentale. I suoi viottoli in pietra ed i suoi monumenti più illustri fanno da scenario a manifestazioni culturali internazionali come il Festival dei due Mondi, una grande occasione per immergersi in un’atmosfera artistica di grande qualità.

SULLE STRADE DEI SAPERI 

L'artigianato ha ancora una grande importanza per l’economia della regione Umbria. Tutte le attività tramandano tecniche e usanze antichissime, e rappresentano, quindi, un prezioso patrimonio culturale. La lavorazione artistica del legno è diffusa sul tutto il territorio, in particolare a Todi, Assisi, Città di Castello e Gubbio, città che più mantiene vive le tradizioni. 

I principali centri di produzioni in ferro battuto sono Assisi,Terni , Città della Pieve e, ovviamente, Gubbio che con Magione è nota anche per la sbalzatura del Rame

Intorno al Trasimeno si estrae la pietra serena con cui si realizzano sculture artistiche. Il territorio offre altre pietre calcaree e marmi, ma le cave si stanno esaurendo e quindi si estraggono il meno possibile. L’arte della ceramica ha raggiunto i livelli artistici maggiori, esportando la sua fama anche all’estero. Sempre vivaci ed attuali sono le produzioni di Deruta, Gubbio e Guado tadino , ancora a livello artigianale. L'artigianato tessile è vivo in particolare a Città di Castello e Perugia con la produzione delle migliori tele di lino d'Italia. Assisi è rinomata per il ricamo,Orvieto e la zona del Lago Trasimeno per i merletti 

 Accoglienza clienti tel 0039 055244802-  email torreguelfa@torreguelfa.it 
I VIAGGI DEL GUSTO- Via Dell'Oriuolo, 17 - Firenze- Italy
Questo sito utilizza i cookies, tecnici e di terze parti per ottimizzare l'esperienza di navigazione degli utenti connessi.

ACCETTO - DETTAGLI