Cerca nel sito
 


   EVENTI


   GUESTBOOK
Inglese

FoodiesBE ness, life, style  by Torre Guelfa

i ricevimenti di Torre Guelfa    FOODIES

#TUTTIATAVOLA: EXPERIENZE VIAGGIO ONLINE 

 < ITALY OSSIA ENOTRIA e-travel 

Dall' Archeologia nelle LANGHE, alle Arti Visive a ROMA: UN VIAGGIO PER DEGUSTARE ON LINE l'evoluzione del Vino Italiano
dall'archeologico romano al tempranillo fino a vini a piede franco 

DATE: Partenza 28/11/2020- Evento 09/01/2021 

___THE IDEA___

Ancor prima di essere territorio Italy era riconosciuta terra per Vino ...ENOTRIA ...

Entusiasmante !!!! Pensare l'Italia non esisteva, una serie di tribu indioeurope avevano deciso di stanziarsi in questa penisola, ... il vino non esisteva ...e cosa fu determinante per stanziarsi in Italia? LA VITAE!! E questa terra era ideale per coltivarla!!!

Questa è stata l'attrazione per iniziare questo Viaggio ...che spero vogliate fare con me...

EXTASYO EXPERIENZA VIAGGIO

Sarà un viaggio nel tempo e nello spazio , senza la dimensione nè del tempo , nè dello spazio, ma solo con l'emozione delle percezioni che degusteremo nei vini ..dopo aver fatto viaggiare il nostro cervello andando a ricercare nella storia gli unici periodi dove la cartina dell'Italia era una, unificata penisola ... la scoperta del suo DNA di Repubblica è stato ..COME FARE LE VALIGE!

Si tutto partiva dalla Repubblica Romana ..la minuscola regione dell'Enotria, terreno extraterritoriale, diremmo oggi, fuori dall' attuale Calabria visto che gli Enotri li avevano deciso di stanziarsi e crescere,  che oggi potremmo immaginare l'agropontino, appena fuori Roma ; si perchè parlare di Italia possiamo parlarne solo con i Romani ed oggi, dal 1870 proprio con la "presa" di Roma... nasceva da una repubblica e ritorna repubblica ... partiva da Roma e si unifica con l'annessione di Roma al Regno D'italia promulgato in Piemonte ... perfetto CIRCOLARE.... come lo è ogni viaggio... ed il filo conduttore sempre il VINO!!!! 

E non sto scherzando ... fu proprio l'imperatore Romano Probo che volle identificare le terre di annessione e ....visto la vastità  dell'impero ... proprio la coltivazione della vite ne divenne style ... quindi primo segno distintivo del Made in Italy: partiva da Roma per diffondersi in tutto il mondo conosciuto ...ESTASIANDOLO .....

CALICE LICURGO

E ALLORA AL LAVORO PER RENDERE REALE IL VIAGGIO NELLE PERCEZIONI !!!

quindi siamo partiti da Roma con l'intenzione di ritornare a Roma , dopo essere passati dall'impero Romano al Regno D'Italia attraversando la cristianizzazione del Medievo che sovrascrisse le vie consolari con le vie del pellegrinaggio .. la via francigena.. ma quanto difficile emozionarsi ..senza vedere ..ecco che in soccorso è sempre l'arte ..che cristallizza la civiltà lontana e la rende disponibile ai nostri sensi ....LA VISTA , in primis .. e così è stato!!!! 

PIEMONTE .. quindi sono arrivata in Piemonte e subito nelle Langhe , il cartello che indicava il castello di Grinzane Cavour mi ha riportato immediatamente al Regno D'Italia, a quel Risorgimento di cui oggi sono figlia... meglio nipote ...ma non dovevo distrarmi ... il mio obiettivo era assaggiare i Romani ...si il mio preciso intento era prorio qui in terre di Re Nebbiolo ...Barolo e Barbaresco .. e di tartufo .. DEGUSTARE quell'unico esempio di "vino" che i Romani bevevano ..si di li a poco avrei conosciuto Simone, l'archeologo che grazie alla sua ricerca, insieme ad un amico enologo ha realizzato quello che lui definisce "vino archeologico Romano" ... non so cosa aspettarmi ..o meglio sono sicura di assaggiare il vino che i Romani avrebbero voluto ottenere se avessero saputo vinificare bene invece di coprire tutti quei difetti  ...ma in fondo loro non sapevano di essere costretti a bere quello che per noi potrebbe essere stato più vicino all'aceto Balsamico!!! Ma potrebbe aver ispirato anche il Vermut ????... wow ve lo racconterò, anzi vi farò vedere la mia esperienza.......

ma per capire meglio dovreste vedere i reperti che Simone ha ricostruito nel suo piccolissimo museo e dopo aver visto gli strumenti che si è fatto ricostruire sui mosaici trovati nelle domus Romane .. capirete.....e poi entrare nella città sotterranea di Alba  per comprendere lo style di vita dei Romani, di cui il vino era già indice di stato sociale e bevanda per celebrarsi... e seguire le vigne fra i vigneti autoctoni per entrare nello style di essere oggi in queste terre e preparare tutti i sensi a percepire le migliori espressioni di questi acini .... è quello che farò io in una settimana ..ma dovrò rinunciare al tartufo ...non è tempo per il migliore bianco pregiato ... questa volta lo sostituirò con il cacao ..che per intensità non ci farò rimpiangere nulla ..soprattutto perchè sarà quello di Silvio!!!

... ma vi prometto il tema lo riprenderò negli altri viaggi programmati ...seguiteci fra gli aromi delle spezie ..come pionieri Archeonauti

TOSCANA ... E se è tempo di abbandonare queste terre ..il continuare è d'obbligo ...e volendo scendere verso Roma, la stessa che portava i Pellegrini a San Pietro , ci accorgiamo che l'impero Romano finisce insieme alle glorie dell'imperialismo e ci ritroviamo nel buoi del Medievo .. dove di celebrarsi non vi è proprio voglia .. anzi tutti coinvolti a trovare una nuova fede per uscire dal tunnel ... e così che la voglia di capire cosa sia successo per il vino .. ci porta ai Monaci .... già coloro che scoprirono che lasciare al tempo ed ai lieviti naturali la difficile arte di fermentare .. era quanto di più sorprendente ....   Quando non si conosce meglio lasciare fare .... già così fu per Dom Perignon!!!!!!! Ma era già 1600... allora fermiamoci in Toscana ..in fondo qui i Monaci e i Nobili si legarono subito intorno al "potere" del vino ..basti pensare alle Badie ..Passignano in primis ....

Ma la meta ...anche stavolta sarà diversa ...insolita quanto singolare : Tempranillo Rosso ..il vigneto che dalla Spagna arrivo insieme alla Zafferano proprio in Toscana... e che Pietro ha recuperato nelle sue vigne di San Miniato .... si anche qui terre di tuberi e Vermut..... che dovremmo rimandare .. ma dato che parlare di Medievo qui sarà facile allargarsi e potremmo capire meglio cosa custodivano nelle segrete delle proprie cantine i Monaci Toscani, cosa trafficavano le Famiglie Nobili fra le arti maggiori e minori nella "repubblica"del Medievo e che uso se ne faceva nei primi ospedali , già perchè il primo è proprio quello fiorentino lo stesso che fu di Folco Poltinari ...e se volete anche riprendere l'associazione di idee che ci era venuta legando il vino romano all'aceto balsamico sarà possibile sebbene abbiamo deciso di non fermarsi a Modena

... altra tappa che faremo nei futuri viaggi ...seguiteci nelle esperienze anche in streaming

LAZIO ....E poi è tempo .... stiamo ritornando a Roma !!! Terra di .... Romani e Papi  ... tanto ovvio che non sarà il nostro focus  o meglio visto che ci hanno già accompagnato per tutto il viaggio .... qui vorremmo ritornare al nostro tempo .. al nostro style di bere italiano e di cristallizzare in arte le emozioni della contemporaneità ...quindi la nostra meta sarà si quella che fu l' Enotria  ma per assaggiare il Cacchione Pantastico ...il vitigno di Plinio il vecchio e senza la pretesa che sia lo stesso è a piede Franco!!!!   E se vero questa è la settimana "santa" ... ci prepareremmo al diVino evento ..e sarà soprendente dopo aver speso tempo nelle Domus romane, Abbazie Medievali e Castelli per il nostro evento saremmo a Casa dell'artista !!! Si perchè proveremmo con Amal a tatuare l'emozione dell'evento ..come????? Con l'arte antica ...la tribale scrittura che è: LA PIROGRAFIA !!!

..............................................................................

 SAVE THE DATE 

 PRESENTAZIONE VIAGGIO DIRETTA FACEBOOK  SAB 28/11/2020 ORE 16,30
 PRESENTAZIONE EVENTO CONFERENZA ZOOM SAB 09/1/2021 ORE 16.30

VAI AL CALENDARIO APPUNTAMENTI E SEGUICI [.......]

.. E QUANDO POI VIAGGIARE ITALIA CON NOI [....]


 ARTICOLI COLLEGATI

FOODIESMADEINITALY: ITALIAN LIFESYLE E'​ TERROIR 

Il vino è come  “ La musica è arte e scienza allo stesso tempo . Perciò, allo stesso tempo, deve essere colta emozionalmente e compresa intellettualmente; e anche per la musica, come per ogni arte o scienza, non esistono scorciatoie che facciano progredire nella conoscenza. L’amatore che si diletta ascoltando la musica senza capirne il linguaggio è come il turista che ….si accontenta di godersi il paesaggio, i gesti degli abitanti, il suono delle loro voci, senza capire neppure una parola di ciò che essi dicono. Egli sente, ma non è in grado di comprendere “ ... karolyi

L' Italianlifestyle , anch'esso parte del MadeinItaly, come si direbbe per un vino il suo TERROIR ! Non è solo il cosa ma il come #iobevoitaliano, come #iomangioitaliano.. come #iovivoitaliano.. come #iovestoitaliano ….e noi lo facciamo diverso; ogni prodotto #madeinitaly accoglie in se quei valori di saperi e sapori che si sono trasmessi di padre in figlio   [.................]


  FOODIES

GRAPPOLI VERDI ..DI PEPE: PIPER NIGRUM

La pervicace ricerca di conquistare "le vie delle Indie" fu forse il motivo per il quale divenne così prezioso per i Romani ... simbolo: esibire, come trofeo, la disponibilità di queste "bacche, grano del seme del pepe" .. potere dal potere di estasiare ... come forse fu per Ramsete II, il faraone che visse nel 1200 ac e che con la sua mummia ci ha restituito il grano posto nel suo cavo nasale??? 

Di certo quello che possiamo dire è che proviene dalle Indie e la conquista dell'Egistto da parte dell'Impero Romano fu l'origine dell'introduzione di questa spezia in Italia e che il suo potere di appagare il gusto rendendo piacere al palato lo rese prezioso: passando da medicinale ayurveda a lusso gastronomico per i Romani [.................]


"UNNO" : VINO NOSTRO.. COSI' I ROMANI SIGILLARONO CON IL VINO IL DNA IMPERIALE  

Se conquistarne l'anima è comprenderne l'identità ..i Romani da mirabili strateghi vi riuscirono solo con Probo imponendo la piantagione della vite come simbolo identario per quella impressionante vastità raggiunta nel suo massimo ... che solo il pensare essere percorso... è quasi proibitivo, .... 5ml di kmq ed 80.000 km di strade ... nonostrante le pietre miliari ne scandissero le miglia stradali e le stazioni di posta consentissero il cambio di uomini e cavalli [..........]


NANOTECNOLOGIE GIA' AI TEMPI DEI ROMANI: IL CALICE DEL LICURGO NE E' PROVA MADEINITALY

Che dire se non rimanerne estasiati: davanti ad una reliquia romana datata fra 250-350 Dc e scoprire che si tratta di vetro dicroico capace di scomporre la luce, secondo della lunghezza d'onda, come un moderno spettrometro, per rifrangerla in direzioni diverse cangiando la sua colorazione dal Rosso al Verde per riflesso di una fonte luminosa interna o esterna .... è la "coppa del licurgo". oggi custodita al British Musuem a testimoniare che la raffinata tecnica vetraia arriva lontanissima [.........]


MA SE LE UVE FOSSERO VERDI PARLEREMO DI GREEN WINE??

Forse no..il pigmento verde è dato dalla Clorofilla che nella fermentazione, data temperatura ed aggressione enzimatica degli zuccheri, si degraderebbe per non essere sostituita da nessun delle sostanze coloranti presenti sulla buccia degli acini d’uva immatura. Nessuna cessione di colore dalle bucce: potrebbe rimanere naturale ...potremmo immaginare un colore ecru ...lievito..crosta di pane... ma di certo lucentissimo data l'elevatissima acidità: una perla.. pelle.. lucente!!!!!   Meglio: carburante umano, lucente ..energetico...tutto green [.........]


E SE A TATUARE LA NOSTRA EMOZIONE FOSSE LA SCRITTURA TRIBALE DELLA PIROGRAFIA???

E questo l'attimo in cui percepisci che ogni tratto d'arte è quel gesto istintuale dell'anima che vuole esprimersi .. e laddove si cristallizza in una puntinatura diventa tangibile messagio ...  "a fuoco" , come la pirografia , che ha accompagnato l'uomo tribale, fin dalla sua orgine lasciandone la sua "scrittura" sugli anelli vitali di un legno ...  come quella "ad inchiosto" nella reinterpretazione decisamente più individualista , figlia dei tempi, che vuole farsi ricordare sulla propria pelle [.........]


MA POSSIAMO ANDARE OLTRE LA CHIMICA DEGLI ALIMENTI?

ll vero Ben-Essere passa attraverso il cibovino ...noi siamo ciò che mangiamo e respiriamo ..e concordando, includendo per associazione anche il cibo, con un affermato critico cinematografico francese "il vino, dopo il sesso, è il solo che riesce a portare il mondo esterno dentro di te" ... [.........]


LA SENSORIALITA' PER DEGUSTARE IL VINO

Ma sono solo le caratteristiche organolettiche dell'analisi visiva e olfatto gustativa di un vino ad appassionarci??? Direi di no... Sono sicuramente il linguaggio per iniziare il dialogo..una sorta di approccio amoroso ...ma il resto è quanto di evocativo trasmette la sua percezione ...l'intimo dialogo fra anime che hanno vissuto le proprie esperienze e che, attraverso i proprio odori, esercitano la propria attrazione ... vettoriale sono le "eteree" molecole ... insomma questione di pelle ..il lasciarsi svelare....[.......] 


 

 

 

 Accoglienza clienti tel 0039 0554936459-  email torreguelfa@torreguelfa.it 
I VIAGGI DEL GUSTO- Via Dell'Oriuolo, 17 - Firenze- Italy
Questo sito utilizza i cookies, tecnici e di terze parti per ottimizzare l'esperienza di navigazione degli utenti connessi.

ACCETTO - DETTAGLI